Finestre nuove e muffa: chiarimento a domanda ricorrente

Chi cerca finestre a Milano spesso si reca nei nostri Showroom di Legnano (Milano) e di Caronno Pertusella (Varese) e ci pone domande che traggono dai propri dubbi o da ciò che ha sentito dire.

Le risposte a queste domande ricorrenti (F.A.Q.) possono essere essere di utilità anche a quanti si pongono la stessa domanda e non avevano ancora avuto modo di parlarne direttamente con noi. Per questo nasce la rubrica che inauguriamo oggi, cercando di chiarire cosa lega “finestre nuove e muffa”,  attraverso le domande:

“è vero che cambiando le finestre può generarsi muffa sulle pareti? un mio conoscente ha cambiato le finestre e ora …”

“è vero che bisogna lasciare le finestre moderne aperte a ribalta spesso perché altrimenti compare la muffa? ma allora non si perde l’effetto della tenuta ermetica?”

Prima di tutto riflettiamo sui motivi per cui si forma la muffa sulle pareti di casa. Ci scusiamo con i tecnici se la spiegazione può apparire un po’ elementare, ma desideriamo renderla alla portata di tutti.

Se l’aria fredda esterna riesce ad incontrare l’umidità calda presente all’interno della casa, al raggiungimento di circa 10/15° C, l’aria diventa rugiada e bagna la superficie su cui si deposita. La condensa favorisce la formazione di microrganismi (funghi e muffe) negli spazi meno raggiungibili dalle normali pulizie (controtelai delle finestre, sotto lo strato di vernice o gesso, angoli nascosti, ecc.) fino a manifestarsi infine anche nelle zone più esterne e visibili.

Dato che la causa è  l’incontro dell’aria fredda esterna con quella calda all’interno della casa, diventa facile capire perchè una finestra di nuova generazione, che impedisce che l’aria fredda esterna entri in contatto con quella calda interna, non possa essere in sè la causa della formazione di muffa.

Allora perché in alcuni casi viene riportata la compresenza di finestre nuove e muffa?

Purtroppo, anche con finestre nuove, se la muffa è comparsa vuole dire che l’aria fredda non è rimasta fuori dalla vostra abitazione.

Le vecchie finestre “spifferavano” un po’ dappertutto e la formazione di rugiada avveniva in più punti: chi non ricorda i “disegni” fatti in inverno con un dito dai bambini sulle vecchie finestre? Il “foglio” su cui disegnavano era fatto di condensa.

finestre condensa

Le finestre di nuova generazione sono progettate per impedire il passaggio dell’aria, ma se la posa in opera non avviene in modo professionale ed adeguato, l’aria passerà comunque e sarà il motivo per la correlazione tra finestre nuove e muffa.

Come prevenire il problema:

  1. Il primo passo si attua al momento dell’acquisto, non limitandosi a scegliere una finestra per il suo colore o la forma del profilo, ma verificando che sia realizzata da un’Azienda con produzioni controllate e certificate, in grado di isolare davvero, che adotti guarnizioni che fanno realmente tenuta, che la chiusura tra anta e telaio sia perfetta e costante nel tempo, e che i vetri siano effettivamente isolanti a vetrocamera basso emissivo con gas isolante interno.
  2. Altrettanto indispensabile è verificare che il montaggio sia eseguito con tecniche adeguate alle performance delle finestre moderne, utilizzando per sigillare materiali di nuova concezione, in grado di garantire la stessa tenuta della finestra anche a tutto il perimetro.

Portafinestra Milano Oknoplast Winergetic Premium Passive

Un’esperienza pluri-decennale di posa in opera non è di per sè stessa bastevole per garantire che questa sia al passo con i prodotti, i materiali e le tecniche da utilizzare con le finestre di oggi.  Non sono adatti, infatti, i materiali di sigillatura che si utilizzavano in precedenza, nè si possono applicare consuetudini come quella di montare la nuova finestra senza togliere il telaio di quella vecchia: inevitabilmente si formerebbero micro fessure intorno alla finestra, nei punti più nascosti, attraverso le quali filtrerebbe l’aria fredda, proprio come farebbe l’acqua attraverso una piccola crepa, per poi condensarsi e formare i microrganismi che originano la muffa.

Così come non acquistate un’autovettura moderna, dotata dei migliori sistemi elettronici di sicurezza, a cui un concessionario volesse montare pneumatici adatti alle macchine degli anni Settanta, allo stesso modo non potete consentire che sia installata come una volta una “macchina perfetta” come una finestra dalle alte performance odierne di oggi: questo porterebbe inevitabilmente al connubio tra finestre nuove e muffa per il quale ci vengono richiesti chiarimenti da chi ne sente lamentare l’esistenza.

Presso i nostri Showroom di Caronno Pertusella (Varese, all’incrocio tra le province di Milano, Varese e Como) e Legnano (Milano), vi mostreremo realmente in che modo monteremo le vostre nuove finestre, forti della specifica certificazione di posatori qualificati PosaClima che possediamo.